SPORTELLO CONTRATTI

 


SPORTRLLO 

CONTRATTI

COVID-19



L’emergenza sanitaria ha colpito duramente tutto il Paese e le sue attività economiche, ma anche le famiglie. La crisi di liquidità rende difficile – e a volte impossibile – alle attività e alle famiglie pagare l’affitto e, dove ci sono, le spese condominiali. Il rischio che dopo l’estate partano numerosi sfratti e molte attività e famiglie finiscano in mezzo alla strada c’è.
 
E’ bene che il locatore sappia che esiste una soglia di morosità (di solito in media circa il 30% del canone annuo) oltre la quale diventa quasi impossibile recuperare la situazione. E in questi casi – se l’immobile è in condominio – smetterà anche di pagare le spese condominiali (e l’amministratore sarà così costretto a chiederle al locatore).
 
Come Confabitare aiuteremo chi si rivolgerà allo “sportello” a gestire il rapporto con l’inquilino per cercare la soluzione migliore per tutti e due, perché litigare non serve a nessuno!
I nostri associati potranno usufruire dell’accordo di riduzione del canone predisposto dai nostri esperti, per trovare la migliore soluzione e non dover ricorrere per forza allo sfratto.
 
 
Chiamando la Sede di Confabitare (0331 770354) o scrivendo (segreteria.varese@confabitare.it) sarà possibile fissare senza impegno un primo appuntamento con lo “sportello emergenza contratti”, per valutare con i nostri esperti cosa è meglio fare per trovare la giusta soluzione con il proprio inquilino.

SPORTELLO SFRATTI

 


SPORTELLO 

SFRATTI 

CONFABITARE







Il prossimo 30 giugno “dovrebbe” finire il blocco dell’esecuzione degli sfratti per morosità, anche se dalle dichiarazioni rilasciate di recente dal Ministro della Giustizia, sembra che gli sfratti convalidati nel corso del 2020 rimarranno ancora bloccati (però non è chiaro come e fino a quando). 
 
Considerato che tutti gli sfratti convalidati in date antecedenti il marzo 2020 - e quelli a quella data già in corso di esecuzione - sono stati sospesi, dal 1° luglio dovrebbero ripartire ma tutti probabilmente azzerati come anzianità e priorità di esecuzione. Ci saranno inevitabili intoppi, ritardi, disagi e anche problemi nella gestione dell’agenda da parte degli Ufficiali Giudiziari, il tutto con l’incognita di quale sarà la reale situazione della circolazione del virus.
 
A questa situazione andrà in ogni caso aggiunto il problema della gestione delle morosità (abitative e commerciali) maturate nel 2020 a causa delle varie chiusure e della crisi economica, per le quali i locatori non dovranno rimanere (come accaduto fino ad ora) inermi, ma dovranno attivarsi per tempo, così da distinguere quelle realmente connesse alla crisi pandemica (quindi senza colpa) da quelle dei soliti “furbetti” che ne approfittano.
 
Chiamando la Sede di Confabitare (0331 770354) o scrivendo (segreteria.varese@confabitare.it) sarà possibile fissare senza impegno un primo appuntamento con lo “sportello emergenza sfratti”, per valutare con i nostri esperti cosa è meglio fare.
 

 






CHI PUÒ FARE L’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO? 


Dopo la riforma del 2012 sono cambiate non poche cose nel “sistema condominio” ma, come sempre, nella pratica quotidiana i problemi sono quasi sempre gli stessi. Uno di questi è l’amletico dubbio su chi possa fare l’amministratore.

Emergenza sanitaria e sfratti nei principali Paesi europei

 

Emergenza sanitaria e sfratti nei principali Paesi europei

Una disamina delle norme adottate sul blocco degli sfratti







ESCI DA CASA MIA!!

 ESCI DA CASA MIA!!






TUTTO QUELLO CHE NESSUNO TI HA MAI VERAMENTE DETTO SUL MONDO DEGLI SFRATTI

UN LIBRO PIACEVOLE DA LEGGERE, SCRITTO IN MODO SEMPLICE ED ACCESSIBILE A TUTTI, CHE SPIEGA COS’E’ REALMENTE IL MONDO DEGLI SFRATTI




Perché affittare un immobile è una libera scelta di chi è proprietario, tutelata dall’art. 42 della nostra Costituzione. Così com’è un diritto, sacro e santo, quello di poterlo riavere indietro. Ma - non bisogna mai dimenticarlo - parlare di sfratti non è mai un argomento “facile”. Che si tratti di morosità o di finita locazione, vuol dire comunque “entrare nelle case e nella vita” delle persone. E quando si entra in casa d’altri, sarebbe sempre meglio farlo in punta di piedi. 

Piccola annotazione finale. Fra tanti tomi pretenziosi che spesso dietro luccicanti copertine nascondono poco o nulla, ecco un libretto che non ha grandi pretese se non quella di fornire consigli preziosi e strappare qualche sorriso. 



SE TI INTERESSA:

https://www.amazon.it/dp/B08R96FJCZ